. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Giada Bernabè

Giada Bernabè

Frequento la V A ginnasio (biennio) del Liceo Classico E. Repetti a Carrara (MS)

Abito a Carrara (MS)
Toscana
Italia


Il mio referente per la finale è

Veronica Galletto

Chi sono

Sono una sognatrice costantemente tra le nuvole, ma determinata a raggiungere almeno qualcuno dei miei obiettivi. Sono perfezionista, ma irrimediabilmente disordinata. Sono introversa, ma profondamente empatica. Il mio motto: "Mettici il cuore, l'anima, l'esistenza intera: solo così potrai avere successo".

Letture, film, musica preferiti

Amo molto la lettura, specialmente del genere fantasy. I libri che preferisco fanno parte dell'universo creato da J. R. R. Tolkien, autore che stimo moltissimo e dal quale traggo la maggior parte dell'ispirazione. Ora mi sto dedicando alla lettura della saga "Il Trono di Spade", a mio parere un vero e proprio capolavoro. Per quanto riguarda i film, mi piace guardare tutto ciò che sappia farmi emozionare, ridere, sorridere. Per questo, non ho un genere di film preferito: quelli che guardo spaziano dall'avventura alla fantascienza alle storie d'amore... Lo stesso vale per la musica: ogni canzone che sappia comunicarmi qualcosa, che lanci un bel messaggio o che rispecchi un aspetto di me stessa è adatta ad entrare nella mia playlist.

Hobby, interessi, curiosità

Ho la grande passione della danza, che rappresenta, per me, una delle migliori vie per dare emozioni. Infatti, la danza si basa sulla musica, la quale è scritta per trasmettere sensazioni attraverso l'udito. A tali sensazioni, la danza è capace di aggiungere quelle di impatto visivo, raddoppiando negli spettatori - ma anche nei ballerini - l'emozione trasmessa dall'ascolto della semplice canzone!

Il mio sogno...

Perché devo avere un solo sogno nel cassetto? Io sono una sognatrice, ne ho infiniti: vorrei scrivere un libro, vorrei ballare a livello professionale, vorrei viaggiare in tutto il mondo, vorrei imparare a recitare, vorrei saper suonare uno strumento... E chissà quanti altri, che adesso non ricordo...

Il lavoro che mi piacerebbe...

Non ho ancora le idee chiare: quello che so è che il mio lavoro nel futuro dovrà emozionare me e chi mi sta intorno.

Le materie che mi interessano di più...

Sono le materie umanistiche che mi appassionano più di tutte, nonostante non abbia ancora iniziato lo studio della filosofia. Mi piace scoprire i pensieri e le idee che antichi Greci e Romani avevano e vedere che, col passare di millenni, nell'animo dell'uomo non è cambiato assolutamente niente.

Il mio rapporto con la scrittura...

Definisco la scrittura come "la parte migliore di me", perché rappresenta lo strumento più diretto con cui esprimere il mio mondo interiore. Quando ho un'ispirazione, un'idea, un momento libero, scrivo tutto quello che mi passa per la testa. Scrivere rappresenta per me talvolta un modo di fuggire dalla realtà, talvolta un pretesto per riflettere su di essa e trovare le soluzioni ai problemi, o addirittura per sfogarmi.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Ho conosciuto le Olimpiadi di italiano tramite i miei insegnanti del liceo, che mi hanno proposto di partecipare alle prime selezioni all'interno della scuola. Per prepararmi alle gare, la mia professoressa mi ha fornito le prove degli scorsi anni e, durante il tempo libero, ho fatto diversi allenamenti.