. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Riccardo Gianfelici

Riccardo Gianfelici

Frequento la IIA (biennio) del Isituto Tecnico Tecnologico 'Eustachio Divini' a San Severino Marche (MC)

Abito a Cingoli (Macerata)
Marche
Italia


Il mio referente per la finale è

Diletta Maria Servili

Chi sono

Mi chiamo Riccardo, ho quasi 16 anni e sono un normalissimo ragazzo proveniente dalle Marche. Frequento il secondo anno dell'I.T.T.S E. Divini a San Severino e vivo a Cingoli. Sin da piccolo, ho sempre avuto un debole per la lettura: andando in giro, spesso mi fermavo appena vedevo una libreria all'avida ricerca di qualcosa da leggere. I miei genitori si sono separati quando ero piccolo e, probabilmente, ciò ha influenzato particolarmente il mio carattere. Sono infatti un ragazzo timido e abbastanza introverso che vede nella lettura un rifugio dai problemi che, piccoli o grandi, tutti abbiamo. Ho sempre avuto un buon rendimento a scuola ma, sinceramente, non avrei mai pensato di arrivare fin qui.

Letture, film, musica preferiti

Come già detto, amo leggere. Principalmente preferisco romanzi o racconti brevi appartenenti al filone fantascientifico, scritti da visionari del calibro di Isaac Asimov, Fredrick Brown e Ray Bradbury che per decenni hanno fatto sognare un'intera generazione. Non sono propriamente un appassionato cinefilo, ma ogni tanto non disdegno di guardare un film d'azione o di fantascienza. Due registi che stimo molto sono Cristopher Nolan e Stanley Kubrick, in grado di creare veri e propri capolavori. Sotto l'aspetto musicale, ascolto praticamente quasi ogni genere, spaziando dal jazz alla dubstep. I miei artisti preferiti sono senza dubbio i Linkin Park, i Muse, i Two Steps From Hell e Eminem.

Hobby, interessi, curiosità

Ascoltando molta musica, mi piace suonare il pianoforte. Pratico tiro con l'arco e sono appassionato di informatica e motori: ho anche un go-kart e una moto con cui corro in pista. Quando ho bisogno di sfogarmi, non c'è niente di meglio che premere a fondo l'acceleratore.

Il mio sogno...

Penso che il mio sogno nel cassetto sia lavorare in F1: è una passione con la quale sono cresciuto e che mi piacerebbe seguire più da vicino, essendo anche appassionato di motori.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Oltre al "sogno" menzionato sopra, mi vedrei bene anche come programmatore o perito informatico in una grande azienda multinazionale.

Le materie che mi interessano di più...

Per il momento sono ovviamente maggiormente interessato alle materie tecniche che inizierò a studiare dal prossimo anno. Ho anche una passione per la storia romana e il latino, che in futuro approfondirò sicuramente.

Il mio rapporto con la scrittura...

Preferisco leggere: non considerandomi particolarmente bravo nello scrivere trovo più interessante attingere da creazioni altrui. Resta il fatto che, ogni tanto, quando mi viene un'idea che penso possa essere decente non perdo l'occasione di metterla per iscritto.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

Tramite la mia scuola: essendo (qui peccherò di vanagloria) il "migliore" della mia classe la mia professoressa di Lettere mi ha invitato a partecipare a queste Olimpiadi. Devo ammettere che non penso di essermi preparato adeguatamente nelle fasi prefinalistiche, cercherò di rimediare.