. Olimpiadi di Italiano

Mi presento

Veronica Marzo

Veronica Marzo

Frequento la 2E (biennio) del LICEO SCIENTIFICO-MUSICALE-SPORTIVO 'ATTILIO BERTOLUCCI' a PARMA (PR)

Abito a Carignano Parma (Parma)
Emilia Romagna
Italia


Il mio referente per la finale è

Daniela Paone

Chi sono

Sono una ragazza dolce e solare. Mi reputo responsabile e diligente. Il mio difetto più grande è la timidezza, anche se questo mio lato non condiziona i miei rapporti con gli altri; infatti mi piace divertirmi, ridere e scherzare con i miei amici. Credo molto nell'amicizia, anche se sono abbastanza selettiva riguardo alla scelta delle persone di cui posso fidarmi. Le cose che non sopporto sono le ingiustizie e i pregiudizi infondati.

Letture, film, musica preferiti

Mi piacciono i libri d'avventura, i gialli e i romanzi rosa e, di conseguenza, i film che trattano lo stesso genere di argomenti. Sono un'amante della musica pop, ma il genere che preferisco è il country per le canzoni dolci ma emozionanti al tempo stesso.

Hobby, interessi, curiosità

La mia più grande passione è il ballo country: coreografie ballate in linea su canzoni country. Durante il mio tempo libero, mi diletto nell'imparare nuovi passi e coreografie, oppure nel cercare nuove canzoni da poter associare a determinati balli. La parte migliore di questo tipo di sport è aver fatto nuove amicizie, ballare con persone che hanno la mia stessa passione. Inoltre vado tre volte la settimana in palestra, luogo che definisco la mia "valvola di sfogo" per scaricare tutte le ansie della giornata.

Il mio sogno...

In realtà può sembrare scontato: costruirmi una famiglia e vivere serenamente, senza troppe difficoltà. Penso sia il sogno di tutti, tanto desiderato da risultare banale. Eppure a mio parere rappresenta la cosa più difficile da raggiungere.

Il lavoro che mi piacerebbe...

Mi piacerebbe, dopo aver ottenuto la laurea, diventare un ingegnere civile.

Le materie che mi interessano di più...

La materia scolastica che preferisco è matematica, ma trovo interessante anche fisica. Eppure, nonostante la mia predilezione per le materie scientifiche, sono stata da sempre affascinata dalla grammatica italiana: mi è sempre piaciuto imparare le regole anche più difficili, per avere più consapevolezza della nostra lingua e, forse, è anche grazie alla mia costanza che sono arrivata a partecipare alle Olimpiadi.

Il mio rapporto con la scrittura...

La scrittura rappresenta per me un modo per esprimere ciò che ho dentro. Scrivere è esternare i miei sentimenti, le mie idee e le mie opinioni. A scuola forse il valore della scrittura viene condizionato dalle tracce dei temi, che pongono un limite alla fantasia. Ho sempre desiderato scrivere un diario personale, dove annotare giornalmente la mia vita ma, per mancanza di tempo, non ci sono mai riuscita. Eppure qualche volta mi torna in mente questa idea per raccontare a qualcuno, anche ad una semplice pagina bianca, cosa mi passa per la testa, segno dell'importanza che la scrittura continua a rivestire.

Come ho conosciuto le Olimpiadi di italiano e come mi sono preparato

La persona che devo ringraziare è la mia professoressa di italiano, che già un anno fa aveva tentato di iscrivermi, senza riuscirci a causa della mia non disponibilità. Quest'anno ho voluto provarci. Per prepararmi ho seguito i consigli della mia prof: ripassare grammatica, esercitarsi e riguardare le prove degli anni precedenti.